Storia

IPEM S.p.A., vanta da tempo una consolidata posizione nella movimentazione, lavorazione e commercializzazione di GPL. La società è stata fondata nel 1975 per iniziativa di due imprenditori lombardi ( sigg.ri Caimi e Zandri) con un capitale iniziale di Lit. 300 milioni ed ha cominciato nel settore nel GPL con la lavorazione di prodotti derivanti dall’esigenze dell’ allora Gruppo Enichem ubicato in una zona contigua agli impianti IPEM.

Negli anni seguenti la IPEM in corrispondenza di una costante crescita dei volumi di GPL movimentati ha aumentato il proprio capitale sociale e la propria struttura organizzativa e produttiva.

Nell’anno 1976 il deposito IPEM diveniva “deposito costiero” a seguito della costruzione di un’ apposita pipe-line della lunghezza di 2.850 metri, che collega direttamente gli impianti di stoccaggio col porto di Brindisi.

A partire dall’anno 2000, IPEM S.p.A., tramite la controllata al 100% Coperoil S.r.l., dispone in concessione ad uso esclusivo di una banchina presso il Porto di Brindisi per l’ormeggio e lo scarico di navi gasiere. La stessa Coperoil effettua tutte le attività connesse allo scarico del GPL dalle navi.

Tralasciando i cambiamenti intervenuti nel corso degli anni nella compagine societaria, si segnala che nel mese di luglio 2008 alcuni tra i principali operatori nazionali privati nel settore della distribuzione di GPL sono entrati nel capitale sociale di IPEM: Liquigas S.p.A, Butangas S.p.a. e Quiris S.a.p.a. ( controllante al 100% L’Autogas Nord S.p.A.).


Comments